Fra acque e cascate nel bellunese

Acqua e roccia; acqua che scava, plasma, modella. Questi sono gli ingredienti delle cascate, spettacolari giochi d’acqua che con i loro suoni e con la loro forza suscitano sempre grande fascino! Non solo cascate ma anche canyon, forre, salti d’acqua connotano gli ambienti ameni in cui sono inserite, spesso nascosti fra gli anfratti più segreti delle montagne!

Oggi vi sveleremo come scoprire queste forze della natura e come raggiungerle per ammirarle in tutta la loro bellezza! Zaino in spalle e si parteee!

La Cascata di Cornolade è localizzata nel comune di Ponte nelle Alpi (BL), in località Cornolade Alte.

Questo spettacolare gioco d’acqua, alto quasi 30m, si accompagna a forre, canyon, bacini e cascatelle creati dal Torrente Rio Maggiore nella sua discesa verso il Lago di Santa Croce.

La cascata è raggiungibile dalla Strada Statale 51 che costeggia il lago in direzione Belluno/Cortina. Si può parcheggiare nei pressi della strada che conduce agli abitati di Cornolade Alte e Cornolade Basse, nomi che derivano dall’abbondanza di cornioli in questa località. Da qui, intraprendendo un breve sentiero un po’ scivoloso in discesa, si raggiunge in breve tempo la cascata in tutto il suo fascino! É possibile ammirarla dall’alto di una terrazza appositamente costruita o, in alternativa, scendere per un ripido sentiero dotato di una corda di sicurezza per vederla da vicino! 

Cascata del Vach

La Cascata del Vach è situata in Val di Zoldo, in località Valle del Vach, un tempo zona di pascolo.

La Cascata si trova a valle del gruppo del San Sebastiano, nel bellunese e forma ai suoi piedi il suggestivo lago del Vach. Nei suoi pressi si trova anche l’intimo e suggestivo Bivacco Angelini, che regala una scenografica vista sul Monte Pelmo.

La cascata può essere raggiunta con una semplice passeggiata da Pian de la Fopa, passando attraverso il Colle di Michiel (1519m) o, in alternativa, dal paesino di Pralongo, localizzato nei pressi di Forni di Zoldo (BL).

Cascata del Salton

La Cascata dei Salton è un salto d’acqua mozzafiato di quasi 40 m, uno dei più belli del nostro territorio, situata fra Veneto e Trentino, nei pressi di Lamon (BL). 

Il percorso per raggiungerla è ricco di ponti sospesi, cascatelle e canyon e costeggia per buona parte il torrente Senaiga. L’intero sentiero è un concerto garantito dallo scrosciare dell’acqua in mezzo al bosco, corredato dai suoi colori cristallini e dagli alberi ricoperti di muschio!

Nei pressi della cascata del Salton si trova anche l’immensa grotta dell’acqua nera, la quale scende per una profondità di quasi 2km, così chiamata per la presenza al suo interno di una falda dall’acqua scura.

Può essere raggiunta dal paesino di San Donato (BL), nel versante veneto o, in alternativa, da un sentiero che parte dall’apposito parcheggio lungo la strada provinciale 40, nel versante trentino. Nel primo caso, proveniendo da Lamon, è possibile intercettare anche la Cascata sulla diga di Ponte Serra e il Lago Senaiga.

Cascata di Val Montareze

La Cascata di Val Montareze si trova nei pressi del paesino di Sedico (BL), lungo la via degli ospizi, antica via percorsa un tempo dai pellegrini che raggiungevano Agordo.

Questo spettacolare salto d’acqua, incastronato fra le rocce, può essere raggiunto dal paesino di Peron. Qui, lasciata l’auto nell’apposito parcheggio, è possibile attraversare la Passerella del Peron, a picco sul Cordevole e intraprendere un percorso in mezzo al bosco che costeggia il torrente. Il sentiero intercetta il centro dei carabinieri forestali del Salet, con i prati popolati da cavalli al pascolo.

Nei pressi della Cascata si trova anche il suggestivo ambiente delle Masiere di Vedana, con il laghetto omonimo e la Cascata di Principe Umberto.

Cascate del torrente Ardo

Gli spettacolari giochi d’acqua del torrente Ardo si possono intercettare ai pedi del Gruppo della Schiara, nei pressi del sentiero che conduce al Rifugio VII Alpini.

Lo scenario creato dalle cascatelle è veramente suggestivo: rigagnoli d’acqua che scendono dalla roccia si alternano a pozze smeraldine che producono un rumore sommesso.

Il sentiero, con più di 800m di dislivello è piuttosto impegnativo e adatto ad escursionisti allenati. Il punto di partenza è situato nei pressi della località Case Bortot (BL). Da qui è possibile raggiungere in breve tempo anche il canyon naturale del Bus del Buson e il Pons de la Mortis.

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non verrà pubblicato Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>